Agosto 2018. Una data che ha cambiato per sempre la mia vita . Mia Madre mi aveva lasciato da soli 2 giorni e mi stavo apprestando a salutarla per l’ultima volta andando alla sua tumulazione. Il rapporto con mia madre era stato quasi simbiotico, tra noi bastava uno sguardo per capire lo stato d’animo o le esigenze del momento di uno o dell’altra. Abbiamo vissuto insieme per 40 anni. Mio padre era mancato nel lontano 79. Arrivato dinanzi al luogo di tumulazione, non ebbi il coraggio di vederla scomparire murata dietro una lastra di freddo marmo e quindi decisi di lasciare prima quel luogo di dolore andando via piangendo come un bambino. Era una calda giornata di estate e decisi di andare a cercare solitudine, silenzio e tranquillità spingendomi a nuoto nel mare antistante sino a stancarmi, lontano da rumori e gente. Stanco di nuotare, sollevai il viso, mi fermai e iniziai a piangere a gridare a squarcia gola parlando  a voce alta con mia madre . Gli chiesi scusa per averla lasciata sola proprio nel momento più importante della sua vita, dato che quando è mancata non ero presente. Gli chiesi di starmi vicino, pregandola di darmi un segno che mi facesse capire che ancora vicina a me e che mi stesse ascoltando. Urlai il mio dolore rivolto al cielo per alcuni minuti e sfogai il mio rimpianto e rammarico infinito consapevole che non l’avrei mai più rivista. Un dolore straziante. Stanco e stravolto decisi di tornare a riva per asciugarmi e tornare a casa. Mi incamminai  fuori dalla spiaggia e prima di giungere alle scalette che portavano in strada, alzai gli occhi al cielo e rimasi impietrito. In alto in cielo si stagliava una croce perfetta, talmente ben fatta che mi lasciò allibito. Mia madre mi aveva risposto in modo inequivocabile. Persi qualche secondo per guardare quel segno con gioia e poi mi venne in mente di fargli una foto con il telefono per immortalare quel  segno Divino.  Nel cercare il telefono, persi secondi preziosi, impedendomi di immortalare la croce in tutta la sua completa  bellezza e perfezione. 

 

Il miracoloso di questa foto, assolutamente originale, è la striscia lasciata dall’aereo, che, sia in verticale che in orizzontale, è interrotta nei punti esatti per garantire le giuste proporzioni della croce perfetta. La parte orizzontale e una porzione della parte superiore della croce, al momento dello scatto stavano sfumando, ma se ingrandite il particolare potrete rendervi conto che le parti mancanti sono ancora visibili sulla parte esterna sinistra, spinte via ormai dalle correnti d’aria.
5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Sara
Sara
1 anno fa

Bellissimo….anche io ho visto in cielo una scritta che mi avvisava di un pericolo imminente